Guide e Segreti sull'Illuminazione LED

Come si calcola l'alimentatore per Strisce LED? Ecco la Guida definitiva!

Come si calcola l'alimentatore per Strisce LED? Ecco la Guida definitiva!

Molti prodotti a LED, in particolare le Strip LED lavorano a bassa tensione, di solito a 12 Volts o 24 Volts in corrente continua. Questo vuol dire che per funzionare hanno bisogno di un alimentatore anche chiamato trasformatore LED o driver. È fondamentale conoscere le differenze tra i vari prodotti LED e i tipi di alimentatori di cui hanno bisogno.

Prima di iniziare è importante sapere che: 

  • l'utilizzo di un alimentatore sbagliato può danneggiare le tue strisce o il tuo prodotto ed essere pericoloso;
  • Inoltre, evita sempre di utilizzare due alimentatori su una luce LED o su un controller per luci LED poiché questo ridurrebbe la durata vitale del prodotto.

In quest'articolo, ti spiegheremo come scegliere l'alimentatore giusto per il tuo progetto di illuminazione e come installarlo. per ottenere risultati spettacolari come questo:

Gli ambienti spettacolari che puoi fare con le strisce LED

 

Sommario dell'articolo: 

  1. Come scegliere correttamente un alimentatore 
  2. Marche di alimentatori consigliate
  3. Collegamento delle strisce LED all'unità di alimentazione
  4. Posso collegare più strisce LED allo stesso alimentatore?
  5. Fino a che distanza posso installare un a striscia LED dal suo alimentatore?
  6. Suggerimenti per l'installazione dell'alimentatore
  7. Risoluzione dei problemi comuni di alimentazione
  8. Fino a che lunghezza posso installare una striscia LED?
  9. E se non ho lo spazio per l'alimentatore?

Ecco i fattori che devi considerare quando scegli un alimentatore per le tue strisce luminose.

 

1. Come scegliere correttamente un alimentatore LED

La quasi totalità delle strisce LED sul mercato opera in bassa tensione (12V o 24V), ma la tensione domestica standard in Italia è di 220V. Per colmare questa differenza, occorre installare a monte della striscia un alimentatore, in grado di convertire la corrente alternata a 220V della presa a muro in corrente continua al voltaggio desiderato (proprio per questo spesso ci si riferisce agli alimentatori con i termini "trasformatori" o "driver").

Ma quali sono i parametri da tenere in considerazione per essere sicuri che il prodotto funzioni al massimo delle sue potenzialità?

Come scegliere correttamente il wattaggio?

 

1.2 Compatibilità di tensione

Il primo fattore a cui prestare attenzione è il voltaggio, espresso in Volt (abbreviato in V). La regola generale per non commettere errori è la seguente: la tensione in uscita (output) dell'alimentatore deve coincidere con quella in entrata (input) della striscia LED. Quindi, se il vostro prodotto lavora a 24V, occorre che anche l'alimentatore abbia lo stesso voltaggio in uscita. E' utile sottolineare inoltre che le strisce LED lavorano solitamente in corrente continua (indicata con la sigla DC) quindi verificate che anche gli alimentatori siano in corrente continua (gli alimentatori del nostro sito lo sono).

 

1.3 Quanti Watt occorrono per alimentare la striscia LED?

Il prossimo fattore da considerare è la quantità di Watt di cui avranno bisogno le tue strisce, ossia quanta "energia elettrica" esse consumeranno (di solito indicata come Potenza).

Per conoscere tale valore con esattezza, è necessario essere in possesso di due soli dati: il wattaggio per metro della striscia e la sua lunghezza (espressa in metri). Quindi, moltiplichiamo tra loro i due parametri e il risultato sarà la quantità di Watt necessitata dall'intera striscia. Facciamo un esempio per chiarire ulteriormente le idee.

Esempio. Ho una striscia LED lunga 5 metri e dalla pagina del prodotto leggo che ha un consumo di 18W/m (Watt per metro). Quale dovrà essere il wattaggio del mio alimentatore?

Come detto in precedenza, moltiplico la lunghezza per i W/m: 18W/m x 5metri = 90Watt. Per essere sicuro che l'alimentatore non debba sopportare un carico di lavoro eccessivo, si raccomanda caldamente di considerare un margine aggiuntivo di almeno il 10%. Quindi, l'alimentatore adatto alle mie esigenze sarà un alimentatore da 100W o superiore.

 

1.4 Avrai bisogno di un driver LED dimmerabile o di un Dimmer?

Sul nostro store, molte strisce LED sono dimmerabili quindi è possibile regolare la loro luminosità. Le soluzioni per dimmerare una striscia (quindi controllarne la luminosità) sono 2:

  • Dimmerare la striscia scegliendo un alimentatore dimmerabile. In questo caso alcune volte non è necessario il dimmer mentre altre volte ne va inserito uno a 220V che deve essere installato prima dell'alimentatore. Troverete questa info sulla scheda tecnica dell'alimentatore dimmerabile. 
  • Dimmerare la striscia acquistando un normale alimentatore non dimmerabile e installare il dimmer a 12V o 24V tra la striscia e l'alimentatore. Questa soluzione è la più diffusa per la sua semplicità. 

Entrambe le soluzioni avranno lo stesso effetto, è solo una scelta tecnica legata al tipo di impianto che si preferisce realizzare. Tramite il dimmer potrai controllare il flusso energetico assorbito dalla striscia e di conseguenza sarai in grado di modularne la luminosità e naturalmente spegnere e accendere la striscia tramite Applicazione, Alexa, google home, pulsante, telecomando o pannellino, a seconda del dimmer scelto.

Lo schema per inserire il dimmer insieme all'alimentatore LED

1.5 Dove installerai la striscia?

Le strisce luminose a LED vantano una notevole varietà di applicazioni, sia all'interno che all'esterno e sono molto diffuse proprio per la loro versatilità. Per installare delle strisce all'aperto queste dovranno avere protezione dalle infiltrazioni di acqua e polvere. Non solo le tue strisce, ma anche i loro alimentatori. È qui che dobbiamo considerare l'impermeabilità. L'impermeabilizzazione protegge l'alimentatore dall'umidità e dal contatto diretto con l'acqua che può danneggiare i componenti. I prodotti resistenti all'acqua sono classificati come IP65 - IP66 - IP67 o IP68. 

Alcune applicazioni per interni potrebbero anche richiedere un driver impermeabile, soprattutto se si tratta di un ambiente particolarmente umido (si pensi all'angolo cottura o al bagno).

Per approfondire l'argomento, vi invitiamo a consultare la nostra guida sui gradi di protezione.

 

2. Marche di alimentatori consigliate

Una delle migliori marche in circolazione quando si tratta di unità di alimentazione è sicuramente MeanWell, produttore al vertice della categoria.

Secondo un rapporto di Micro Technology, nel 2021, questa azienda si è classificata 4° come produttore globale di alimentatori e viene considerata leader negli alimentatori di fascia alta. Vanta dozzine di tipologie di driver per LED ed è ben conosciuta proprio per la sua affidabilità, con tassi di malfunzionamento inferiori allo 0,2% entro i primi 3 anni.

 

3. Collegamento delle strisce LED all'alimentatore

La prima cosa da ricordare è che molte strisce e alcuni altri prodotti LED lavorano a bassa tensione (12Volts o 24Volts) e non dovresti mai collegarli direttamente alla corrente elettrica senza un alimentatore adatto. Esistono però alcune strisce a LED a 220V e molti altri prodotti a LED che possono essere collegati direttamente a 220V in quanto non richiedono un alimentatore o ne hanno uno integrato. Troverai questa informazione nella scheda tecnica o nelle caratteristiche del prodotto. Qui ad esempio troverai le nostre Strisce LED a 220V.

Un'altra cosa a cui prestare attenzione sono le polarità nella bassa tensione. Esistono due tipi di poli: uno positivo (+) e uno negativo (-). Il filo rosso va inserito nello slot dell'alimentatore contrassegnato con V+. Al contrario, il filo nero va inserito in quello con su scritto V-.

Molto spesso si utilizzano dei connettori per semplificare il collegamento tra una striscia e l'altra e tra la striscia e l'alimentatore. Qui trovi i connettori consigliati.

I connettori consigliati

  

4. Posso collegare più strisce LED allo stesso alimentatore LED?

È possibile collegare più di una striscia LED a una singola unità di alimentazione, ma dobbiamo assicurarci che il wattaggio totale di tutte le strisce non superi quello dell'alimentatore (anche in questo caso aggiungiamo un margine del 10%).

Tuttavia, collegare più bobine in parallelo a una singola alimentazione aumenta la possibilità di cadute di tensione, fenomeno che comporta la riduzione della luminosità man mano che ci si allontana dal punto di ingresso dell'alimentazione. Per più informazioni circa le cadute di tensione, consultare il punto 7 dell'articolo.

Esempi di collegamento per più pezzi di striscia LED 

5. Fino a che distanza posso installare una striscia LED dal suo alimentatore LED?

Le cadute di tensione diventano più pronunciate quanto più i LED sono lontani dall'alimentatore. Se stai usando cavi lunghi dall'alimentatore fino alle strisce LED, assicurati che quei cavi siano di una sezione sufficiente (abbastanza spessi). Il rame aiuta a ridurre al minimo le perdite di tensione all'interno delle strisce. Quindi, aumentare il numero delle linee o la sezione dei cavi potrebbe ridurre il problema. Si consiglia di non superare i 15 metri di distanza tra l'ultimo tratto di striscia e l'alimentatore con strisce a 24V.

 

6. Suggerimenti per l'installazione dell'alimentatore

6.1 Attenzione a umidità e temperatura

Gli alimentatori LED, proprio come la maggior parte degli articoli elettronici, risentono dell'umidità e di temperature estreme. Dovrai montare i tuoi driver LED in un luogo asciutto con flusso d'aria e ventilazione sufficienti per mantenerne l'affidabilità. Qualora non sia possibile proteggerli dall'umidità o dall'acqua, dovrai utilizzare degli alimentatori IP67. 

6.2 Non usare tutta la potenza massima nominale

Assicurati di non consumare l'intera capacità dell'alimentatore. È consigliabile usare solo il 90% della potenza massima nominale. Ciò garantisce che l'alimentatori non funzioni sempre a piena potenza, evitando così il riscaldamento prematuro.

6.3 Evita il surriscaldamento non necessario

È essenziale assicurarsi che ci sia sempre un flusso d'aria sufficiente a garantire una corretta ventilazione. Gli spazi eccessivamente ristretti non permettono all'alimentatore di mantenere una temperatura ottimale durante il suo funzionamento, andando a compromettere la sua durata vitale. 

 

7. Risoluzione dei problemi comuni di alimentazione

I problemi più comuni sono sostanzialmente due e li analizzeremo nel dettaglio qui di seguito.

 

7.1 Alcuni singoli LED o parte della striscia che ho acquistato funzionano in maniera intermittente

Solitamente la causa è quasi sempre rappresentata da un alimentatore sottodimensionato, ossia con un wattaggio inferiore a quello richiesto dalla striscia. Se così non fosse, il problema potrebbe essere dovuto ad una temperatura eccessiva dell'ambiente o ad una tensione errata (ad esempio la striscia lavora a 24V e l'alimentatore a 12V). Verificate inoltre che sia la striscia sia l'alimentatore lavorino in corrente continua (indicato con sigla dc). O la causa potrebbe essere che l'alimentatore è installato in un ambiente poco ventilato o esposto direttamente alla luce solare mentre è acceso per diverse ore, quindi entra in protezione al raggiungimento di una data temperatura spegnendosi. Una volta raffreddato, torna a funzionare per poi spegnersi di nuovo ciclicamente.

Qualora la causa del problema non fosse l'alimentatore, il guasto potrebbe essere dovuto ad un corto nel circuito stampato della striscia stessa e dovrà essere sostituito o riparato il pezzo di striscia danneggiato. 

 

7.2 La striscia o porzioni di essa sono poco luminose, in particolare verso le estremità

Molto probabilmente il problema è dovuto ad una caduta di tensione, fenomeno fortemente dipendente da tre fattori: livello di tensione (12 V o 24 V), sezione del cavo e lunghezza del filo di alimentazione o della striscia LED.

Tanto maggiore è la tensione tanto meno probabile è la caduta di tensione. Le strisce LED da 12V perderanno tensione più velocemente delle strisce luminose da 24V. Se hai bisogno di installare una striscia lunga più di 5 metri, ti consigliamo di utilizzare strisce da 24V.

Maggiore è la dimensione (il diametro) del cavo, minore è la caduta di tensione. Quindi, aumentare la sezione del cavo e assicurarsi che il cavo sia di ottima qualità può risolvere il problema.

Ancora. a parità di diametro (sezione), tanto più lungo è il cavo tanto maggiore sarà la caduta di tensione. Quando il filo diventa molto lungo, la caduta di tensione diventa molto evidente. Se la distanza tra la striscia e l'alimentatore è troppo lunga, l'efficienza di funzionamento della striscia led ne risentirà e il fascio luminoso diventerà debole e bisognerà trovare il modo di installare la striscia in maniera ravvicinata. 

Un trucco molto utile utilizzato da installatori esperti è quello di chiudere il circuito della striscia collegando anche la parte terminale della striscia all'alimentatore. Questo ridurrà notevolmente il rischio di cali di tensione.

Chiudere il circuito per le strisce LED

 

Se il problema dovesse ancora persistere, potresti considerare l'idea di dividere la striscia LED in due parti e assegnare ad ognuna di esse il proprio alimentatore.

 

8. Fino a che lunghezza posso installare una striscia LED a bassa tensione?

Nel caso si debbano realizzare installazioni fino a 15 metri, è sufficiente acquistare una striscia a 24V della serie Professional alimentandola con lo stesso alimentatore sia all'inizio che alla fine della striscia, creando un circuito chiuso.  

Per lunghezze superiori invece sarà necessario separare l'impianto installando più alimentatori magari controllandoli insieme tramite un unico interruttore di accensione o un unico telecomando per dimmer/controller, anche avendo più ricevitori dimmer e controller separati.

 

9. E se non ho lo spazio per l'alimentatore?

Per lunghezze superiori a 15 metri nelle quali non è possibile installare più alimentatori si dovrà utilizzare una striscia che non richieda alimentatore come quelle della nostra nuova serie con LED Philips Lumileds a 220V.

Strisce 220v senza raddrizzatore

 

Conclusioni

In conclusione possiamo dire che le strisce sono tra le migliori soluzioni attuali di illuminazione e lo saranno anche nei prossimi anni grazie alla loro versatilità, alla loro capacità di illuminare senza abbagliare e al loro incredibile design. Tuttavia essendo una soluzione modulare richiedono delle accortezze in fase di scelta dei prodotti e di installazione.

Contattateci pure senza impegno per avere supporto o una consulenza sulla soluzione migliore per illuminare la vostra casa e attività inviando un'email al nostro indirizzo info@leddiretto.it o chiamandoci allo 0833/694106

Condividi questo contenuto

Devi essere registrato

Clicca qui per registrarti

Aggiungi un commento

Close